eng / ita
11 - 10 - 2018
Cerchiamo un Data analyst
———————

Clicca qui per i dettagli dell'offerta.

● ● ● 
03 - 09 - 2018
La sicurezza nel retail in Europa
———————

Crime&tech sta conducendo uno studio sulla criminalità nel settore retail in Europa con il supporto di Checkpoint Systems.

Lo scopo principale di questo progetto è quello di sviluppare uno studio sulla criminalità, le differenze inventariali e la sicurezza nel settore retail in 11 paesi europei. In particolare, indagare il trend dei furti e delle differenze inventariali nei diversi settori merceologi, paesi e regioni; identificare i fattori di contesto socio-demografici, economici e criminali; analizzare l’efficacia delle misure di sicurezza esistenti ed emergenti; stimare il costo totale delle perdite e il loro impatto su imprese e cittadini.

L’analisi si concentra sui seguenti paesi europei: Belgio, Finlandia, Francia, Italia, Germania, Paesi Bassi, Polonia, Regno Unito, Russia, Spagna e Svezia.

Lo studio adotta una metodologia innovativa che combina un approccio tradizionale basato sulla somministrazione di un questionario con l'analisi di micro-dati a livello di punto vendita forniti direttamente dalle aziende, al pari di quanto già fatto da Crime&tech nello studio "La sicurezza nel retail in Italia".

Tutte le aziende del settore retail possono partecipare al sondaggio. Per partecipare è necessario cliccare sul banner qui sotto e procedere con la registrazione. Una volta registrato, sarà possibile completare il sondaggio in più accessi salvando le risposte precedenti.    

                                                  

● ● ● 
18 - 08 - 2018
The Economist cita Crime&tech
———————

Dai un'occhiata al recente articolo pubblicato dall'Economist sui modelli e i software sviluppati da Crime&tech sulla valutazione del rischio infiltrazione criminale nelle aziende. 

Qui l'articolo

● ● ● 
10 - 07 - 2018
È online il nuovo sito del sistema ALICE
———————

ALICE è un sistema interrogabile contenente le informazioni sui requisiti legali dei pacchetti standard da 20 sigarette. Il sistema ALICE permette una valutazione in tempo reale della corrispondenza tra l'etichettatura di un pacchetto di sigarette e i requisiti legali del paese di destinazione dichiarato. Questo può aiutare a identificare potenziali illicit whites durante il loro transito attraverso frontiere, porti o zone di libero scambio.

Qui il link al sito. 

● ● ● 
21 - 02 - 2018
Online il report sull’infiltrazione della criminalità organizzata nel Lazio
———————

Lo studio “Le infiltrazioni della criminalità organizzata nell'economia del Lazio” è stato realizzato da Crime&tech – spin-off di Università Cattolica-Transcrime - per conto della Regione Lazio e del suo Osservatorio sulla sicurezza e la legalità.

Combinando analisi statistica, approfondimenti qualitativi e interviste, lo studio fornisce una mappatura della presenza della criminalità organizzata nell’economia laziale sia a livello territoriale che di settore economico. Il rapporto fotografa gli investimenti delle mafie tradizionali e delle organizzazioni criminali autoctone, le modalità di infiltrazione, di controllo e gestione delle aziende con un approfondimento sui settori più vulnerabili e le aree geografiche più infiltrati.

Qui il report completo.

Rassegna stampa:

la Repubblica

Corriere della sera

Il Messaggero

● ● ● 
29 - 01 - 2018
Abbiamo ottenuto la certificazione ISO/IEC 27001:2013
———————

Crime & Tech ha ottenuto la certificazione ISO/IEC 27001:2013 per la sua attività di raccolta e analisi di dati in ambito socio-economico e criminologico e indicatori di rischio.

Questo risultato certifica che Crime&tech ha un approccio sistematico e continuo alla gestione dei rischi di sicurezza che influiscono sulla riservatezza, l’integrità e la disponibilità delle informazioni aziendali e dei clienti.

Qui la certificazione.

● ● ● 
19 - 12 - 2017
Disponibili da oggi i nuovi indicatori di criminalità contro i veicoli
———————

Crime&tech ha aggiornato gli indicatori che misurano il livello di criminalità contro i veicoli in Italia, aumentando il dettaglio dell’analisi dal livello provinciale a quello comunale. I tre nuovi indicatori misurano il rischio territoriale, su scala 0-100, di tre diversi tipi di reato:

  1. Furto di automobile
  2. Furto di motociclo o ciclomotore
  3. Furto di oggetti dall’automobile

Gli indicatori sono ottenuti tramite modelli matematici che combinano informazioni provenienti da varie fonti (statistiche demografiche, dati sulla rete stradale, informazioni geografiche, etc.) sui fattori di rischio e protettivi presenti sul territorio di ogni comune Italiano. Tale metodologia permette di ottenere indicatori con un potere predittivo, identificando non solo dove i furti sono avvenuti in passato ma dove è più probabile che avverranno in futuro.”

Per maggiori informazioni sugli indicatori di criminalità contro i veicoli e per accedere a tutti i nostri prodotti nell'Area Riservata, contattare info@crimetech.it

● ● ● 
28 - 11 - 2017
Presentato lo studio sulla sicurezza nel retail
———————

Sono stati presentati in Università Cattolica i risultati dello studio “La sicurezza nel retail in Italia. Uno studio su furti, rapine e nuovi sistemi di prevenzione”, realizzato da Crime&tech in collaborazione con il Laboratorio per la Sicurezza e il supporto di Checkpoint Systems.

Lo studio fornisce un quadro dello stato della sicurezza del settore retail in Italia. In particolare, analizzare le perdite e le differenze inventariali derivanti da furti, rapine e altre forme di illegalità, individuare le diversità territoriali e settoriali e fornire una panoramica sulle misure e le tecnologie di sicurezza adottate dagli esercenti.

L'evento è stato l'occasione per discutere con ricercatori, operatori del settore retail e rappresentanti del settore pubblico del futuro della sicurezza nel retail e del ruolo del security manager in Italia. 

Qui il report completo. 

Qui i risultati in sintesi del report.

Qui l'agenda della presentazione. 

Qui alcune foto della giornata.

● ● ● 
23 - 11 - 2017
La valutazione del rischio: un evento di successo
———————

Lo scorso 23 novembre si è tenuto presso la sede di Università Cattolica del Sacro Cuore di Via Nirone il convegno “La valutazione del rischio: antiriciclaggio, anticorruzione e codice penale delle società”, organizzato da Crime&tech in collaborazione con Bureau van Dijk, AIDC – Associazione Italiana Dottori Commercialisti e il patrocinio di ANDAF.

È stata l’occasione per discutere con ricercatori, professionisti, imprese, banche e pubblica amministrazione come migliorare la valutazione del rischio: riciclaggio, ma anche corruzione, rischio ambientale e reputazionale. Si è fornita una panoramica degli strumenti e delle banche dati esistenti, e si sono passati in rassegna gli obblighi e le sfide a cui devono fare fronte professionisti e altri soggetti obbligati.  

È stata una giornata di successo, con più di 100 partecipanti, che ci piacerebbe ripetere nel 2018.

QUI l’agenda della giornata.

Di seguito gli interventi dei relatori che hanno preparato delle presentazioni:

Michele Riccardi, Crime&tech

Alessandra Amati, Claudia Gargano e Mauro De Lorenzo, Cassa Depositi e Prestiti Spa

Alexandra Mihailescu Cichon e Alessandra Oglino, RepRisk AG

Arne Petter Omholt, T-Rank AS

Francesca Sibra, Bureau van Dijk

David Gentili, Comune di Milano

Andrea Bignami, AIDC e Delegato Tecnico CNDCEC AML WG Accountancy Europe

Mariele Fonte, AIDC e Avvocato Penalista

 

Qui alcune foto dell’evento.

● ● ● 
01 - 06 - 2017
Un indicatore di contraffazione nelle province italiane
———————

Crime&tech collabora con UNICRI – United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute per sviluppare un indicatore sintetico di rischio contraffazione nelle diverse province italiane. Il progetto, finanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico, si fonda sulla conoscenza di UNICRI del fenomeno della contraffazione e sull’expertise di Crime&tech nell’elaborazione di indicatori di rischio. L’indicatore combina diversi fattori di rischio, distinti tra vulnerabilità e minacce e operazionalizzati in una serie di variabili provenienti da diverse fonti: statistiche amministrative, dati su sequestri di merci e prodotti, presenza di fattori di vulnerabilità (es. luoghi di aggregazione) e di gruppi di criminalità organizzata attivi nell’attività di contraffazione.

● ● ● 
12 - 04 - 2017
È online il secondo video sui nostri indicatori di infiltrazione della criminalità organizzata nell'economia legale
———————

Il secondo video mostra come funzionano e a chi posso serivire i nostri indicatori di rischio.
I nostri indicatori permettono di identificare rapidamente quei fornitori e clienti ad elevato rischio infiltrazione criminale. 
Nelle prossime settimane presenteremo tutti i nostri altri indicatori.
Seguici sul nostro sito, su Twitter, LinkedIn e Vimeo

 

● ● ● 
23 - 03 - 2017
Il problema della sicurezza nel settore retail
———————

In occasione del Security for Retail Forum 2017, Marco Dugato tiene un intervento dal titolo “Analizzare, prevedere e prevenire i reati nel settore Retail”. Qui l'agenda completa.

● ● ● 
16 - 03 - 2017
È online il primo video sui nostri indicatori di rischio criminale
———————

Una serie di video per farvi conoscere gli indicatori Crime&tech di rischio criminale. E spiegare cosa sono, come funzionano, chi li può utilizzare. Con il nostro primo video parliamo di OCI-T, OCI-S e IPM: misurano l’infiltrazione della criminalità organizzata nell’economia italiana a livello territoriale (comuni, province, regioni) e a livello di settore economico. Nei prossimi video spiegheremo come si usano (clicca qui per maggiori informazioni sui nostri indicatori di rischio). E poi vi faremo conoscere gli altri indicatori di rischio. Seguiteci sul nostro sito, sul nostro profilo Twitter e LinkedIn e sul nostro profilo Vimeo.

 

● ● ● 
15 - 03 - 2017
La criminalità organizzata nel settore dei trasporti
———————

Michele Riccardi interviene alla conferenza globale di TAPA (Transported Asset Protection Association) con una presentazione sulla valutazione del rischio infiltrazione della criminalità organizzata nel settore dei trasporti.

Qui l’agenda ufficiale

 

● ● ● 
20 - 10 - 2016
Disponibile il nostro nuovo libro sulle infiltrazioni della criminalità organizzata
———————

L’attività di Crime&tech si fonda sull’expertise di Transcrime nello studio dei fenomeni criminali. Partendo dalle ricerche sulle infiltrazioni della criminalità organizzata nell’economia legale, abbiamo sviluppato un set di indicatori di rischio a livello territoriale e settoriale. Possono essere utilizzati da policy-maker, forze dell’ordine e unità di intelligence finanziario per meglio valutare e identificare i rischi di riciclaggio, corruzione e infiltrazione. Ora tutto questo filone di ricerca è stato raccolto nel nuovo libro pubblicato da Routledge.

Ecco il commento sul libro da parte di Rob Wainwright, Direttore di Europol: "This book reflects the important findings of cutting-edge research. It demonstrates the frightening scale of organised crime investment in the legitimate economy, and the negative effects of this phenomenon. Tracing and recovering the proceeds of crime remains a major strategic challenge for law enforcement agencies across Europe, so this publication is as timely as it is important".

● ● ● 
13 - 09 - 2016
Il progetto MONITOR per monitorare il rischio infiltrazione a Crotone e Vibo Valentia
———————

Sono stati presentati oggi a Crotone, in occasione della conferenza “#RestartSud, impresa possibile”, i risultati del progetto MONITOR-Monitoraggio dell’economia locale per prevenire l’infiltrazione della criminalità organizzata, realizzato da Crime&tech, spin-off di Università Cattolica-Transcrime, per la Camera di Commercio di Crotone e per la Camera di Commercio di Vibo Valentia. Lo studio ha fornito alcuni strumenti per identificare le aree e i settori economici più esposti alle infiltrazioni criminali e, in particolare, un set di indicatori di anomalia (a livello di contesto, di governance e assetto societario e a livello economico-finanziario) utili per migliorare indagini delle forze dell’ordine e attività preventiva da parte del settore pubblico e privato. Il rapporto finale di MONITOR-Crotone, il comunicato stampa, i risultati in sintesi e l’appendice metodologica. Il rapporto finale di MONITOR-Vibo Valentia, i risultati in sintesi e l'appendice metodologica

● ● ● 
28 - 07 - 2016
Monitorare l'infiltrazione della CO nell'economia legale nelle province di Crotone e Vibo Valentia
———————

Crime&tech collabora con le Camere di Commercio di Crotone e Vibo Valentia per la prevenzione dell’infiltrazione della CO nell’economia legale. Il progetto MONITOR ha lo scopo di fornire alcuni strumenti per identificare le aree e i settori economici più esposti. In particolare, il progetto sta sviluppando un  set di indicatori di rischio (a livello di contesto, di governance e assetto societario e a livello economico-finanziario) per facilitare gli interventi della pubblica amministrazione e le indagini delle forze dell’ordine. I risultati del progetto saranno presentati pubblicamente il 13 settembre a Crotone e in data da confermarsi a Vibo Valentia.

● ● ● 
29 - 05 - 2016
Il quotidiano "la Repubblica" parla dei nostri indicatori di rischio
———————

La Repubblica ha ripreso in un recente articolo i risultati dei nostri indicatori di rischio su diversi crimini: http://goo.gl/kExoqV

 

● ● ● 
12 - 05 - 2016
Disponibili da oggi i nuovi indicatori di rischio criminale
———————

Crime&tech ha elaborato 9 indicatori che forniscono una misurazione sintetica di diversi rischi di natura criminale: OCI-T e OCI-S misurano l’infiltrazione della criminalità organizzata nell’economia legale, rispettivamente a livello di territorio e settore economico, e sono distribuiti anche attraverso le banche dati di Bureau van Dijk; VCI-T misura la criminalità violenta (per esempio omicidi intenzionali, violenze sessuali, aggressioni, sequestri di persona); CAP-T misura i reati contro la proprietà, includendo al suo interno cinque sotto-indicatori: CAP-HOUSE (reati contro le abitazioni), CAP-STREET (criminalità di strada), CAP-VEHICLE (criminalità contro i veicoli), CAP-TRANSPORT (criminalità contro i trasporti) e CAP-BUSINESS (reati contro le attività commerciali).

 “Gli indicatori – spiega Ernesto Savona, direttore di Transcrime e presidente di Crime&tech – sono costruiti seguendo una metodologia sviluppata a partire dalle ricerche di Transcrime. Sono aggiornati periodicamente combinando tramite diverse tecniche statistiche informazioni provenienti da varie fonti (statistiche amministrative, rapporti istituzionali, evidenze giudiziarie).”

Gli indicatori sono disponibili, previa sottoscrizione, nell’area riservata del nostro sito (a questo link una schermata di esempio).

Scarica il comunicato stampa.

● ● ● 
21 - 04 - 2016
Indicatori di rischio per l'antiriciclaggio
———————

Presentati al 4° Salone Antiriciclaggio gli indicatori di rischio di infiltrazione della criminalità organizzata nell’economia legale, sviluppati da Crime&tech e distribuiti da Bureau van Dijk. 

Si tratta di due indicatori: OCI-T fornisce una misura sintetica del livello di infiltrazione criminale nelle province e regioni italiane, mentre OCI-S si concentra sul livello di infiltrazione nei settori di attività economica (classificazione NACE, fino a 3-digits). Gli indicatori condensano in un valore standardizzato informazioni estratte da varie fonti (statistiche amministrative, rapporti istituzionali, evidenze giudiziarie) e possono essere utilizzati per vari scopi: anti-riciclaggio, anti-corruzione, monitoraggio fornitori, controllo del rischio reputazionale. Sono distribuiti da Crime&tech anche attraverso la banca dati AIDA di Bureau van Dijk, così da poter essere analizzati e combinati con altre informazioni aziendali e finanziarie.

OCI-T e OCI-S sono i primi di una serie di indicatori resi disponibili a breve da Crime&tech, e che misureranno diverse tipologie di rischio criminale (es. reati violenti, reati contro la proprietà, criminalità contro i trasporti). Per maggiori informazioni vedi la sezione Prodotti & Servizi del nostro sito. 

● ● ● 
18 - 12 - 2015
Crime&tech con ACC per misurare i costi della criminalità organizzata in Australia
———————

Anche Crime&tech ha contribuito all'ultimo rapporto dell'Australian Crime Commission (ACC) intitolato 'Costs of Serious and Organised Crime in Australia', presentato oggi, 18 dicembre, dal Ministro della Giustizia Australiano, Michael Keenan.

Crime&tech era stata scelta dall’Australian Crime Commission per fornire un supporto allo sviluppo della metodologia e all’analisi dei dati in possesso del gruppo di lavoro dell'ACC. Il lavoro costituisce non solo la prima valutazione nazionale in Australia in questo ambito, ma anche uno dei primi assessment dei costi della criminalità organizzata a livello internazionale.

Secondo le stime elaborate dall'ACC, l'impatto negativo della criminalità organizzata è quantificabile in circa 36 miliardi di dollari australiani l'anno, distinguibili per tipo di reato e per natura delle conseguenze prodotte. 

Lo studio è di fondamentale importanza a governo e altri enti pubblici e privati per identificare le aree di maggior impatto del crimine organizzato e per pianificare con maggior precisione i futuri interventi di policy. Inoltre, costituisce un riferimento metodologico per qualunque altro paese voglia intraprendere una simile valutazione.

● ● ● 
01 - 10 - 2015
Nasce Crime&tech. Dalle ricerche di Transcrime alle tecnologie per l'impresa
———————

Crime&tech nasce come spin-off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore a partire dall’esperienza di Transcrime – Joint Research Center on Transnational Crime (www.transcrime.it) nella ricerca in ambito criminologico.

Crime&tech srl viene fondato nella primavera 2015 su iniziativa del Prof. Ernesto Ugo Savona, direttore di Transcrime, e di altri ricercatori senior del centro. Crime&tech traduce le ricerche di Transcrime, condotte a livello nazionale ed internazionale, in modelli, strumenti e applicativi per imprese ed enti pubblici. Offre prodotti e servizi personalizzati per valutare e prevenire i rischi in vari ambiti criminali, dalla criminalità organizzata, alla corruzione, alle frodi, ai furti e alle rapine.

Scarica qui la nostra brochure.

● ● ● 
30 - 07 - 2015
La Community virtuale sulla sicurezza del trasporto merci
———————

 

Crime&tech gestisce con Università Cattolica la Community virtuale sulla piattaforma Open Innovation di Regione Lombardia dedicata alla sicurezza del trasporto di merci e alla prevenzione dei cargo crime.

La Community è stata creata con il patrocinio di Regione Lombardia e con la collaborazione di Università Cattolica del Sacro Cuore, Bristol Myers Squibb, ALHA Group, Bureau van Dijk e altri aderenti al TAPA – Transported Asset Protection Association.

La Community rappresenta il forum ideale dove raccogliere le esigenze di pubblico e privato nell’ambito della sicurezza dei trasporti, e dove proporre idee, tecnologie e iniziative imprenditoriali per migliorare la prevenzione contro furti, rapine e infiltrazioni ai danni di logistica e trasporti.

L’iscrizione è gratuita. Per partecipare alla Community seguire le linee guida

● ● ● 
01 - 07 - 2015
Raccogliere. Analizzare. Mappare. Valutare. Prevenire
———————

Crime&tech estrae informazioni da diverse fonti, usando gli ultimi sviluppi del data crawling e data mining. Le organizza, le elabora e le condensa in modelli, indicatori e mappe di rischio per un uso immediato da parte di imprese ed enti pubblici.

Crime&tech può contare sulla conoscenza di Transcrime delle principali fonti dati nazionali e internazionali in ambito criminalità e sicurezza (es. statistiche ufficiali, evidenze giudiziarie, rapporti istituzionali, stampa e fonti aperte). Si basa sull’esperienza di Transcrime nel trattare ed organizzare queste informazioni e sulle più avanzate tecniche di analisi quantitativa e qualitativa, dall’analisi spaziale alla social network analysis.

Tutti i prodotti e servizi di Crime&tech (es. banche dati, indicatori di rischio, infografiche e mappe interattive) sono personalizzabili da e per l’utente per avvicinare ancora di più il mondo della ricerca a quello delle imprese e degli enti pubblici.

● ● ●